Roccolo Pornina, in Val Paghera di Vezza d’Oglio

Primo itinerario: dal rifugio “Alla Cascata”

Come arrivarci

Alla partenza

Prendiamo la SS 42 in direzione di Vezza d’Oglio e, da via Nazionale, imbocchiamo via Stella (sulla destra per chi viene da Edolo), seguendo le indicazioni per “Val Paghera-rifugio Aviolo”. Superato il ponte Stella, proseguiamo dritto e, in leggera salita, oltrepassiamo la piccola chiesetta gialla dedicata a Sant’Anna. Dopo un tornante e alcune curve attraversiamo il Ponte Scalvino e proseguiamo fino a raggiungere il rifugio “Alla Cascata” a 1453 m.s.l.m.

Il sentiero

Ci dirigiamo verso il bivio dietro al rifugio e prendiamo la strada di sinistra: iniziamo così questa breve, ma interessante camminata. La sterrata alterna tratti nel bosco ad altri in cui si vede il panorama. Dopo circa mezz’ora di cammino incontriamo alla nostra destra una lapide in memoria di un signore morto sulle sue montagne e, poco dopo, un rudere. Quando manca ormai poco all’arrivo, incontriamo una sterrata che sale alla nostra destra e una fontanella, da cui l’acqua sgorga da un tubo di plastica. Proseguiamo dritti fino alla località “Pornina”, dove imbocchiamo un sentiero che scende sulla sinistra, indicato come percorso ciaspole dal caratteristico quadrato arancione a losanga. Superate le tre baite costeggiamo il recinto della proprietà sulla nostra destra fino ad arrivare al roccolo. Quest’ultimo è in una proprietà privata delimitata da filo spinato e da una bassa siepe. Lo ammiriamo senza oltrepassare il recinto, restando sul suolo pubblico.

Secondo itinerario: dalla bassa Val Paghera

Come arrivarci

Alla partenza

Prendiamo la SS 42 in direzione di Vezza d’Oglio e, da via Nazionale, imbocchiamo via Stella (sulla destra per chi viene da Edolo), seguendo le indicazioni per “Val Paghera-rifugio Aviolo”. Superato il ponte Stella proseguiamo dritto e, in leggera salita, oltrepassiamo la piccola chiesetta gialla dedicata a Sant’Anna. Percorriamo quindi un tornante e, a circa 750 metri da esso, ci fermiamo in un ampio slargo sulla destra, a 1165 metri d’altezza, “Plas de San Gioàn”.

Il sentiero

Dopo aver parcheggiato, ci incamminiamo strada principale, per imboccare una sterrata che si stacca alla nostra sinistra e che indica le baite Pornina a 1:40 h. Iniziamo a camminare in leggera salita col bosco alla nostra destra. Al primo bivio proseguiamo per la sterrata bassa, poichè quella alta conduce a una baita privata.
Adesso godiamo di un bel panorama su Vezza d’Oglio, le sue frazioni di Grano e Tù e le montagne retrostanti. Iniziamo a salire più repentinamente, percorrendo vari tornanti all’interno del bosco. Dopo circa un’ora dalla partenza abbiamo percorso 10 tornanti e ci troviamo in uno stretto pianoro boschivo dove è ubicata una santella, chiamata “Santel de la Cuna”. Segendo le indicazioni per le baite Pornina, ci lasciamo alle spalle la piccola edicola, per seguire un ripido sentiero che sale alla nostra sinistra.
Continuando a camminare sulla mulattiera, la cui pendenza è diminuita, gli alberi si diradano e possiamo vedere i monti di Grano e Cormignano, con il roccolo del Ciüsk al Plas proprio di fronte a noi. Rientriamo però subito nel bosco e, a un bivio, abbandoniamo il nostro tracciato per prenderne uno che gira a sinistra (percorso ciaspole n.9). Qui, seppur per un breve tratto, l’erba è abbastanza alta e non mancano le ortiche. Riprendiamo a salire nel bosco e, sulla destra, incontriamo un edificio che, probabilmente, anni fa apparteneva a un roccolo.
Dopo un’ultima tirata sbuchiamo sotto le baite di Pornina: per vedere il roccolo dobbiamo costeggiare una rete verde e, soprattutto, restare sul suolo pubblico, senza entrare nella proprietà dove si trova il vecchio roccolo.

Fauna e curiosità

Dal roccolo possono essere avvistati uccelli e rapaci.

All’interno del roccolo sono ancora visibili le voliere per i richiami e la struttura stessa è tenuta ancora in buone condizioni.
Nell’area di Pornina, poco più sopra rispetto al corpo arboreo del roccolo, proseguendo lungo la sterrata, si nota un edificio alto e stretto: la classica costruzione di servizio del roccolo.

I roccoli sono strutture di caccia, largamente diffuse sulle nostre montagne, non più in uso dal 1970, anno a partire da cui il loro utilizzo non fu più legale.
Consistevano in un recinto di alberi, disposti a semicerchio o addirittura lungo una circonferenza, a cui venivano attaccate delle reti, nella parte interna della struttura. All’interno, in apposite gabbie, vi erano dei richiami vivi per gli uccelli, che, una volta entrati, si impigliavano alle reti, da cui venivano in seguito prelevati dai roccolieri.

Se si prosegue per la sterrata principale si supera un paletto di legno con inciso “PORNINA Alt. 1734” e si può arrivare in cima alla Piana dei Morei o al bivacco Val Vallaro.
In particolare, consiglio il percorso ad anello che conduce al roccolo seguendo il secondo itinerario, arriva al Bivacco Val Vallaro, scende fino alle Case Vallaro e torna a Vezza passando per la strada gippabile a monte della pista ciclo-pedonale.

Dati salienti

  • Ubicazione: territorio comunale di Vezza d’Oglio
  • Quota: 1734 m.s.l.m.
  • Partecipa a “Girarifugi Lombardia” (Alla Cascata): SI
  • Dislivello 1° itinerario: 270m
    • Dislivello positivo: +335 m
  • Dislivello 2° itinerario: 530m
    • Dislivello positivo: +620 m
  • Tempo di percorrenza 1° itinerario: 0:45 h
    Tempo di percorrenza 2° itinerario: 1:40 h
  • Segnaletica: segnavia CAI 72
  • Difficoltà 1° itinerario: 2
    Difficoltà 2° itinerario: 3
  • Panorami e paesaggi: 4
  • Escursionisti che soffrono di vertigini: adatto
  • Condizione e ampiezza sentiero: ottime
PORNINA4
Il roccolo Pornina
PORNINA2
Altra angolazione del roccolo
PORNINA3
Altra angolazione del roccolo

FOTO RELATIVE AL SECONDO ITINERARIO

PORNINA2_05
Vista di Vezza d’Oglio dalla sterrata
PORNINA2_06
Vista di Grano
PORNINA2_07
Vista di Tù e di parte della Val Grande
PORNINA2_04
La Santella de la Cuna
PORNINA2_08
L’edificio di un roccolo lungo il cammino
PORNINA2_03
Vista da Pornina sull’Aviolo
PORNINA2_02
Vista da Pornina sulla Valle
PORNINA2_01
L’edificio di un altro roccolo a Pornina

LA MAPPA IN 3D DELL’ESCURSIONE

PORNINAROCCOLO
Il primo itinerario
PORNINA_2
Il secondo itinerario

4 commenti

  1. Tutto come indicato nel primo percorso. Unica nota aggiunta è per i km che, andata e ritorno sono circa 10. Ottimo percorso per i funghi, anche senza abbandonare troppo il sentiero. Fine settembre, inizio ottobre, solo il silenzio del bosco.

    "Mi piace"

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...