Rifugio Baita Adamè dalla malga Lincino

Come arrivarci

Alla partenza

Dall’Alta Val Camonica prendiamo la SS 42 in direzione di Malonno, lo superiamo e proseguiamo per la statale fino a incontrare una rotatoria: prendiamo la seconda uscita grazie a un ponte di ferro. Continuiamo sempre per la nostra strada fino ad arrivare a Demo. Svoltando a sinistra imbocchiamo la SP 84 e su dei cartelli leggiamo “Cevo”, “Monte” e “Saviore”. Seguiamo le indicazioni per Valle. Usciamo dalla frazione e proseguiamo sempre dritti per l’unica strada, che inizialmente è larga. Subito diventa una stretta strdina asfaltata, e dopo un po’ iniziano curve a gomito dove è necessario fare manovra. Finalmente arriviamo alla Malga Lincino, dove parcheggiamo.
Sconsiglio a chi ha auto lunghe e basse di affrontare questa strada.

Il sentiero

Il sentiero parte nel bosco, ma subito continua tra alcuni sassi, in qualche modo tagliati a formare dei gradini: le Scale dell’Adamè. Iniziamo la salita con non poca pendenza e ogni tanto troviamo delle protezioni di legno. Dopo qualche minuto vediamo dei tronchetti che servono da gradino e continuiamo così per circa un’oretta, al termine della quale finiscono le scale e possiamo proseguire in piano. Notiamo alla nostra sinistra sulla roccia una scritta che recita: “Via Loreto”. Dopo due curve arriviamo alla teleferica e, superata questa, davanti a noi vediamo il laghetto artificiale con dietro il rifugio Lissone. Proseguiamo per un sentiero quasi in piano nella bellissima valle. Raggiungiamo la malga Adamè, alpeggio presso il quale si possono acquistare prodotti quali formaggi e ricotte. Da notare che la suddetta malga partecipa a “Girarifugi Lombardia”. Arriviamo a un recinto di legno che oltrepassiamo; abbiamo sempre alla nostra destra il torrente. Il sentiero prosegue agilmente tra alcune pietre fino ad arrivare al rifugio Baita Adamè, in circa 50 minuti dal rifugio Lissone.

I rifugi

Il rifugio Lissone, appartenente al CAI dell’omonima sezione, è di recente ristrutturazione e offre una scelta di prodotti tipici. In estate dispone di 70 posti letto, mentre tutto l’anno è sempre aperto un locale invernale con cinque posti.

Il rifugio Baita Adamè è gestito da volontari e dispone di 33 posti letto. L’interno della sala da pranzo è quasi tutto in legno, materiale che le conferisce un’atmosfera di montagna tipica e suggestiva.

Fauna e curiosità

Avvistare qualunque tipo di animali selvatici, a parte i rapaci, è molto difficile fino al rifugio Lissone perchè il sentiero è molto battuto. Nella seconda parte dell’escursione è possibile avvistare marmotte.

Dati salienti

  • Ubicazione: territorio comunale di Saviore dell’Adamello
  • Quota: 2150 m.s.l.m.
  • Partecipa a “Girarifugi Lombardia”: SI
  • Dislivello: 540m
    • Dislivello positivo: +695 m
  • Tempo di percorrenza: 2:10 h
  • Segnaletica: segnavia CAI 15, 1
  • Difficoltà: 6
  • Panorami e paesaggi: 4
  • Escursionisti che soffrono di vertigini: nella prima parte il sentiero è un po’ esposto, ma non è mai a strapiombo e comunque ci sono delle protezioni di legno. Dal rifugio Lissone in poi il sentiero è in fondovalle.
  • Condizione e ampiezza sentiero: discrete
LISSONERIFUGIO
Il rifugio Lissone
ADAMETORRENTE
Torrente in Valle Adamè

LA MAPPA IN 3D DELL’ESCURSIONE

ADAME

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...