Belvedere da Grano di Vezza d’Oglio

Come arrivarci

Alla partenza

Prendiamo la SS 42 in direzione di Vezza d’Oglio; arrivati in paese saliamo verso la piazza principale, giriamo a sinistra, superiamo l’Oglio e continuiamo per via Grano, dopo la CRAI. Saliamo, fino ad uscire dall’abitato di Vezza, dove troviamo un bivio: proseguiamo sulla sinistra, con la strada a tornanti fino ad arrivare a Grano, superiamo l’abitato e lasciamo la macchina in un parcheggio un po’ in pendenza, al termine della strada asfaltata.

Il sentiero

Una volta posteggiato, ci incamminiamo verso l’alto e subito arriviamo a un bivio: noi andiamo a sinistra. La sterrata di destra porta nella bella Val Grande di Vezza e al bivacco Saverio Occhi. Dopo qualche centinaia di metri fra gli alberi, usciamo allo scoperto e, sotto di noi a sinistra, abbiamo Vezza d’Oglio. Proseguiamo, arrivando così a Cormignano, frazione di Vezza ormai disabitata, dove si trova una chiesetta e delle caratteristiche baite. Camminando tra di esse, ci lasciamo alle spalle via Stol, una strada asfaltata che, staccandosi sulla destra con un tornante, conduce alle baite di Stol e a Pianaccio. Arriviamo a dei prati dove solitamente ci sono degli animali al pascolo: ci troviamo in località Ca de Giacom, dalla quale riusciamo a scorgere la parte alta del roccolo del Ciüsk al Plas. Dopo di essi percorriamo un tratto nel bosco, ignoriamo una sterrata che si stacca sulla nostra destra e, con un breve zig-zag, arriviamo in una grande radura con delle baite, Plazza Longh. Seguendo il sentiero, che ormai è diventato un tracciato nell’erba, rimaniamo in basso e ci addentriamo in un’abetaia per un paio di minuti: una volta usciti dal bosco siamo arrivati al Belvedere.

Fauna e curiosità

Secondo me, contrariamente a quanto verrebbe da pensare, la vista migliore dell’itinerario descritto si ha dalla grande radura, Plazza Longh, prima del Belvedere.

Visto che quello descritto è un percorso poco frequentato, durante tutta la camminata, in particolar modo dopo Cormignano, è frequente avvistare uccelli e rapaci; nella parte all’interno del bosco in autunno, inverno e primavera si possono avvistare caprioli e cervi.

Dati salienti

  • Località: territorio comunale di Vezza d’Oglio
  • Quota: 1459 m.s.l.m.
  • Dislivello: 200m
  • Tempo di percorrenza: 0:45 h
  • Segnaletica: assente, seguire descrizione dell’itinerario
  • Difficoltà: 2
  • Panorami e paesaggi: 4
  • Escursionisti che soffrono di vertigini: adatto
  • Condizione e ampiezza sentiero: ottime
BELVEDEREVEZZA
Panorama sull’abitato di Vezza d’Oglio
belvederecormignano
Entriamo in Cormignano
belvedere2
Vista da Plazza Longh
postazionesualberobelvedere
Vista da una postazione per cacciatori/fotografi/osservatori della natura in località Plazza Longh
belvederevista3
Baite e vista da Plazza Longh
lasantelladelbelvedere
Santella al Belvedere
BELVEDEREBAITA
La baita al Belvedere
belvedere2
Indicazione del toponimo su una baita
belvederevista
Vista dal Belvedere

LA MAPPA IN 3D DELL’ESCURSIONE

belvedere

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...