Piz de le Ciasüce dal Passo del Mortirolo e da Varadega

Come arrivarci-primo itinerario

Alla partenza

Prendiamo la SS 42 e, superata Incudine, svoltiamo a destra (se proveniamo dall’alto), se invece veniamo da Edolo svoltiamo a sinistra, seguendo i cartelli per “Monno” e “Passo Mortirolo”. Superiamo Monno e dopo numerosi tornanti raggiungiamo un albergo ristorante. Proseguiamo fino ad incontrare un bivio e poco prima di questo un cartello marrone che recita “Località Pianaccio”. Prendiamo la strada indicata dallo stesso e parcheggiamo al primo slargo sulla sinistra della strada. Alternativamente possiamo lasciare la macchina al bordo della strada da cui siamo venuti.

Il sentiero

Parcheggiata l’auto, ci incamminiamo lungo la strada che porta a Pianaccio; dopo un centinaio di metri prendiamo la sterrata che sale sulla sinistra seguendo le indicazioni per “Sentiero alla croce”. Continuando su questo sentiero, ne incrociamo un altro che porta alla falesia e che ci lasciamo alle spalle.
In circa 10 minuti arriviamo a un pianoro dalla cui destra si stacca il sentiero per la croce segnalato da un’indicazione. Il sentiero si addentra in un bosco di conifere che percorriamo per una ventina di minuti. Quando le fronde si diradano vediamo, in cima al Piz de le Ciasüce, la croce di ferro.
Proseguiamo lungo lo stretto sentiero tra rododendri, arbusti e pietraie per un’altra oretta e finalmente giungiamo alla nostra meta.

Come arrivarci-secondo itinerario

Alla partenza

Prendiamo la SS 42 e, superata Incudine, svoltiamo a destra (se proveniamo dall’alto), se invece veniamo da Edolo svoltiamo a sinistra, seguendo i cartelli per “Monno” e “Passo Mortirolo”. Superiamo Monno e dopo numerosi tornanti raggiungiamo un albergo ristorante. Proseguiamo fino ad incontrare un bivio e poco prima di questo un cartello marrone che recita “Località Pianaccio”. Prendiamo la strada indicata dallo stesso e ad un certo punto, dopo circa 10 minuti di macchina, sulla nostra sinistra vediamo partire una sterrata e su un albero leggiamo “Malga Varadega” e “Baraccone Varadega“. Parcheggiamo nel piccolo spazio adiacente alla strada oppure, forse meglio, in uno spiazzo sull’erba alla nostra destra un centinaio di metri dopo.

Il sentiero

Ci incamminiamo per la gippabile con una media pendenza. Dopo pochi minuti vediamo delle costruzioni sulla sinistra: a questo punto, seguendo le indicazioni per la croce, prendiamo la sterrata che si stacca dalla strada principale. Superate le malghe, la sterrata finisce e noi proseguiamo su un sentiero che fin da subito, fra rocce e piccoli arbusti, si inerpica sul monte. Oltrepassiamo una pietraia e la pendenza aumenta.
Proseguiamo per questo stretto e ripido sentiero per circa un’ora fino ad arrivare in cresta, dove percorriamo trecento metri in piano e finalmente siamo giunti alla croce.

Fauna e curiosità

Lungo entrambi i sentieri è facile avvistare gheppi e con un po’ di fortuna si possono vedere delle marmotte.

Il primo itinerario descritto è più agevole, meno esposto e presenta un paesaggio più variegato del secondo: per questi motivi lo consiglio.
Il secondo itinerario è in più punti esposto e presenta gradoni, quindi la discesa è più semplice dall’altro lato del monte.

Dati salienti

  • Collocazione: territorio comunale di Monno
  • Quota: 2271 m.s.l.m.
  • Dislivello 1° itinerario: 430m
    Dislivello 2° itinerario: 320m
  • Tempo di percorrenza 1° itinerario: 1:20 h
    Tempo di percorrenza 2° itineraio: 1 h
  • Segnaletica: indicazioni giallo/arancio sui sassi
  • Difficoltà 1° itinerario: 6
    Difficoltà 2° itinerario: 8
  • Panorami e paesaggi: 4
  • Escursionisti che soffrono di vertigini: adatto il 1° itinerario; sconsigliato il 2°.
  • Condizione e ampiezza sentiero: buona nel 1°, discreta nel 2°.
CROCE2
Vista dalla cresta del monte sulla strada per Pianaccio e sul Monte Pagano
CROCE3
Vista dalla cresta del monte sulla Valtellina
CROCE6
In cresta al Piz de le Ciasüce
CROCE5
Bassorilievo ai piedi della croce
CROCE1
Genzianella Germanica alla fine del sentiero

LA MAPPA 3D DELL’ITINERARIO

crus_2
Primo itinerario
curs_1
Secondo itinerario

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...