Malga Val Bighera da Grano di Vezza d’Oglio

Come arrivarci

Alla partenza

Prendiamo la SS 42 in direzione di Vezza d’Oglio; arrivati in paese saliamo per la piazza principale, giriamo a sinistra, superiamo l’Oglio e continuiamo per via Grano, dopo la CRAI. Saliamo, fino ad uscire dall’abitato di Vezza, dove troviamo un bivio: proseguiamo sulla sinistra, con la strada a tornanti fino ad arrivare a Grano, superiamo l’abitato e lasciamo la macchina in un parcheggio un po’ in pendenza, al termine della strada asfaltata.

Il sentiero-primo itinerario

Una volta posteggiato, ci incamminiamo verso l’alto e subito arriviamo a un bivio: noi andiamo a destra; andando a sinistra si arriva al Belvedere.
Il sentiero inizia quasi in piano tra betulle e campi. Dopo una decina di minuti di cammino incontriamo le prime baite; in località Vartighera (m. 1380 s.l.m.) la sterrata diventa per un piccolo tratto una strada con fondo di cemento e pietre. Superata la nuova diga della centrale idroelettrica (ultimata alla fine dell’estate 2017), arriviamo in località Plasabus dove è presente un pannello del parco (m. 1440 s.l.m.) e abbandoniamo la sterrata che porta in Val Grande, per imboccarne un’altra che sale sulla sinistra. Con una salita un po’ più faticosa della precedente superiamo una baita e, dopo circa cinque minuti, nei pressi di una seconda baita (loc. Alber), notiamo un masso che indica a sinistra, seguendo un sentiero nel prato, la Val Bighera. Continuiamo quindi a mezza costa, circondati da pascoli, per qualche minuto fino a superare un rudere e a immetterci su una sterrata, che percorriamo per qualche decina di metri, per poi prendere un sentiero sulla sinistra, segnalato da indicazioni. Il tracciato alterna tratti di bosco a tratti scoperti, da cui si ha un bel panorama sulle cime circostanti, come Cima Rovaia. La salita termina con un ponte su una cascatella: aggiriamo la roccia sul lato destro del sentiero e giungiamo a delle indicazioni del CAI. Camminiamo in salita verso destra e iniziamo a scorgere i tetti delle costruzioni della Malga Val Bighera, che raggiungiamo in pochi minuti.

Il sentiero-secondo itinerario

Superata da qualche minuto la località Vartighera, in corrispondenza di una baita sulla sinistra (Cà del Put), si stacca una ripida carrareccia, indicata da un segnavia, che ci condurrà dapprima in Val Paraolo e poi in Val Bighera. La gippabile entra presto nel bosco e si fa subito sterrata; superiamo delle baite e, tra i maestosi larici misti a betulle, ci avviciniamo al torrente Paraolo, che superiamo con un comodo ponte.
La salita aumenta un pochino e, dopo uno zig-zag, il sentiero si allarga; in pochi minuti raggiungiamo delle indicazioni: da destra giunge il sentiero descritto nel primo itinerario che si immette nella strada su cui ci troviamo adesso.

Fauna e curiosità

Lungo il percorso, nei tratti boschivi, è possibile avvistare scoiattoli, cervi e caprioli. L’incontro più frequente avviene con il gheppio, rapace molto presente in zona.
Con molta fortuna, nei periodi meno frequentati, si può avere la fortuna di vedere degli esemplari di coturnice, bellissimo volatile molto schivo.

È possibile realizzare un percorso ad anello seguendo la prima descrizione per l’andata e la seconda per il ritorno o viceversa.

L’itinerario si snoda quasi completamente in Val Paraolo, valle tributaria sinsitra della Val Grande di Vezza; solo l’ultimo tratto è in Val Bighera.
La Val Paraolo prende il nome dal torrente Paraolo che scorre interamente in questa valle, fino a sfociare nel torrente Grande che a sua volta dà il nome alla Val Grande.

Dalle Casine di Val Bighera si può arrivare ai laghi Seroti in circa un’ora.

Dati salienti

  • Ubicazione: territorio comunale di Vezza d’Oglio
  • Quota: 2000 m.s.l.m.
  • Dislivello: 700m
    • Dislivello positivo: +775 m
  • Tempo di percorrenza 1° itinerario: 2:00 h
    Tempo di percorrenza 2° itinerario: 2:00 h
  • Segnaletica: segnavia CAI
  • Difficoltà: 5
  • Panorami e paesaggi: 4
  • Escursionisti che soffrono di vertigini: adatto
  • Condizione e ampiezza sentiero: ottime
BIGHERA4
Simpatici asinelli nella media Val Grande
BIGHERA1
Un tratto del bel sentiero
BIGHERA2
Il ponte poco prima della Malga

LA MAPPA 3D DELL’ESCURSIONE

VALBIGHERA

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...